Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Visita dell’Ambasciatrice D’Alessandro a ITER, principale sito sperimentale al mondo in materia di fusione termonucleare

foto 1

L’Ambasciatrice D’Alessandro ha visitato oggi ITER, nei pressi di Cadarache (Aix-en-Provence), principale sito sperimentale al mondo in materia di fusione termonucleare, il cui obiettivo primario è quello di dimostrare la fattibilità di produzione di energia in modo sostenibile e potenzialmente inesauribile. Accolta dal Direttore Generale, l’italiano Pietro Barabaschi, l’Ambasciatrice ha visitato il cantiere ed incontrato i circa 100 italiani che vi lavorano.

“Sono molto lieta di visitare uno dei principali siti di ricerca al mondo, dove si lavora a ricreare sulla Terra lo stesso meccanismo di funzionamento del Sole, potenzialmente illimitato e pulito, e sono ancora più lieta di vedere quanta Italia sia qui presente, in termini di personale, di contributo scientifico e di partecipazione industriale”.

ITER è un ambizioso progetto internazionale in fase di realizzazione nel sud della Francia, ad altissimo contenuto scientifico, tecnologico ed industriale. I sette membri (Unione Europea, Giappone, USA, India, Repubblica di Corea, Cina e Russia) hanno firmato il relativo accordo istitutivo nel novembre 2006. Il sistema industriale italiano contribuisce in modo essenziale alla progettazione, alla fornitura ed alla realizzazione di ITER, essendosi aggiudicato in gare internazionali attività ad altissimo valore aggiunto capaci di divenire espressione della tecnologia e della scienza più innovative (camera a vuoto, magneti superconduttivi, assemblaggio macchina e istallazione impianti). Anche le Università italiane sono coinvolte in modo qualificato nelle attività sperimentali del progetto come ad esempio quella di Padova con apparati per simulare sistemi di iniezione di calore nel plasma o quella di Pisa per la verifica dei sistemi di condensazione sotto vuoto.