Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

PARTECIPAZIONE ITALIANA AL SALONE EURONAVAL

Si è aperta oggi, presso il centro espositivo di Le Bourget, alle porte di Parigi, la 28esima edizione del salone Euronaval, appuntamento di riferimento a livello globale per l’industria della difesa navale. Inaugurato dal Presidente del GICAN (Groupement des Industries de Construction et Activités Navales), Pierre Eric Pommellet, il salone riunirà, fino al 21 ottobre, 445 espositori provenienti da 34 Paesi e delegazioni da oltre 80 Stati. Estremamente qualificata la presenza dell’Italia al salone, rappresentata da 26 espositori, tra i quali i grandi gruppi del settore, quali Fincantieri e Leonardo, insieme a numerose piccole e medie imprese, coordinate dalla Federazione delle Aziende Italiane per l’Aerospazio, la Difesa e la Sicurezza (AIAD).

L’Ambasciatrice d’Italia, Emanuela D’Alessandro – che ha accolto ieri in Ambasciata il Sottosegretario alla Difesa Sen. Stefania Pucciarelli per un incontro con le delegazioni militari e imprenditoriali che prendono parte in questi giorni al Salone – ha visitato il padiglione delle aziende italiane insieme al Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Amm. Enrico Credendino; al Presidente dell’AIAD, Guido Crosetto; al Vice Direttore Nazionale degli Armamenti, Amm. Pier Federico Bisconti; al Comandante del Comando Aeronavale Centrale della Guardia di Finanza, Gen. Ignazio Gibilaro.

“Una così numerosa e qualificata rappresentanza di Istituzioni, delegazioni militari, imprese del settore dell’industria della Difesa è un forte segnale della volontà del Paese di fare squadra” ha dichiarato l’Ambasciatrice D’Alessandro. “Le imprese presenti a questo importante appuntamento internazionale, che intendiamo accompagnare con ogni possibile forma di assistenza per aiutarle a cogliere tutte le opportunità che si possono profilare sul fronte della collaborazione internazionale, rappresentano uno spaccato dell’eccellenza dell’industria italiana, di un’industria dinamica, innovativa e proiettata sui mercati esteri”. “Euronaval rappresenta un appuntamento importante anche per le relazioni tra Italia e Francia”, offrendo un’occasione in più per rafforzare ulteriormente la già intensa cooperazione tra le rispettive industrie di difesa, chiamate oggi a contribuire attraverso il loro know how alle sfide della sicurezza e della stabilità dell’Europa”: un obiettivo, quello del rafforzamento della cooperazione nel settore dell’industria della difesa “sancito al più alto livello attraverso la firma, avvenuta a novembre dello scorso anno, del Trattato del Quirinale”.