Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Gara in n. 2 lotti per l’acquisizione del servizio di digitalizzazione “in situ” dei fascicoli consolari cartacei conservati negli archivi dei Consolati Generali d’Italia a Nizza e Marsiglia: CHIARIMENTI

Lingua di presentazione dei documenti

Con riferimento al punto 6.3 in cui si parla di Lingua di presentazione dei documenti, una semplice traduzione dei documenti è sufficiente?

Tutti i documenti che compongono l’offerta devono essere redatti in francese. In caso diverso, l’offerta dovrà essere accompagnata da una traduzione in lingua francese (non è richiesta la traduzione giurata).

***

Condizioni per l’attestazione dei requisiti

Le lettere di referenza che confermano la nostra esperienza in servizi simili sono sufficienti per soddisfare il requisito di cui al punto 4.3 del bando di gara?

Le lettere di referenza sono utili ma da sole non sufficienti; come indicato nel bando al punto 4.3, andrà comunque allegata idonea documentazione con elementi oggettivi (contratti o fatture, ecc.) da cui si evinca il tipo di prestazioni svolte e i relativi importi.

Potreste indicare dove e’ possibile reperire i moduli DGUE – DC1 – DC2?

I formulari DC1 e DC2 sono disponibili qui: https://www.economie.gouv.fr/daj/formulaires-declaration-du-candidat. Il DGUE può essere compilato online e poi stampato qui: https://espd.eop.bg/espd-web/response/eo/procedure

Il numero di anni di esperienza richiesti per ottenere il massimo dei 15 punti in accordo al punto 7.2 a) dell’Annesso 1, ovvero 30 anni, rende possibile solo per poche aziende presentare un’offerta e ottenere il massimo del punteggio. È possibile che tale clausola venga riformulata per consentire a più offerenti di partecipare alla procedura di gara?

La clausola e, più in generale, il regolamento di gara, non è modificabile, ai sensi della vigente normativa.

La presente procedura di gara è aperta agli Operatori Economici dell’Unione Europea, a quelli di cui all’articolo 25 della Direttiva 2014/24/UE ed a coloro che sono in possesso dei requisiti e delle autorizzazioni previsti dalla normativa francese. Saranno esclusi dalla presente procedura, ai sensi degli stessi articoli, gli operatori economici, singoli o associati, per i quali sussistano cause di esclusione ai sensi degli articoli da 94 a 98 del D.Lgs. n. 36/2023. Pertanto, sulla base di quanto sopra, possono partecipare a questa gara anche operatori economici extra UE o multinazionali?

Il regolamento di gara fa riferimento all’articolo 25 della Direttiva UE 2014/24, secondo il quale:
“In so far as they are covered by Annexes 1, 2, 4 and 5 and the General Notes to the European Union’s Appendix I to the GPA and by the other international agreements by which the Union is bound, contracting authorities shall accord to the works, supplies, services and economic operators of the signatories to those agreements treatment no less favourable than the treatment accorded to the works, supplies, services and economic operators of the Union”.
Pertanto, la partecipazione è aperta anche ad operatori economici extra UE purché stabiliti in paesi parti dell’accordo sugli appalti pubblici (GPA) firmato a Marrakesh il 15 aprile 1994 o di altri accordi internazionali a cui è vincolata l’Unione Europea.

***

Operazioni di digitalizzazione

E’ possibile effettuare da remoto alcune delle operazioni del processo di digitalizzazione (es. gestione, test, produzione di file XML, PDF/A, gestione della qualità, ecc.) tramite la connessione di postazioni informatiche da installare nei Consolati verso server remoti?

Le nostre politiche di sicurezza non consentono la memorizzazione dei dati degli archivi consolari su server esterni. Inoltre l’art. 21 dell’Allegato 4  del bando di gara prevede, al termine delle operazioni, la cancellazione sicura di tutti i dati conservati nei supporti di memorizzazione utilizzati dall’operatore economico.

***

Subappalto

L’articolo 9 dell’Allegato 1 del bando di gara conferma la possibilità di subappalto da parte del Titolare del contratto previa produzione dei documenti richiesti agli articoli 9.3 e 9.4 dell’Allegato 2. Tuttavia il subappalto sembrerebbe essere vietato dall’articolo IV.6 dell’Allegato 3 “Clausole di protezione dei dati personali” il quale indica che il subappaltatore (titolare del contratto) deve rispettare il divieto di designare sub responsabili. È consentito il subappalto?

Il subappalto è possibile ma deve essere presentato nell’offerta dove l’operatore economico dovrà indicare gli eventuali subappaltatori previsti e le rispettive attività. Non sono ammessi subappaltatori successivamente alla presentazione dell’offerta.

Potete confermare che l’impresa subappaltatrice deve fornire gli stessi documenti previsti dal Titolare dell’appalto (Bando di gara, Art. 7.1 a) DC4, b), c) f) e j)?

Confermiamo che dovranno essere forniti gli stessi documenti.

***

Atto di impegno (Annesso 7, Art. 3.1 Prezzo e spese di sicurezza)

Quale importo deve essere indicato in questo documento?  Si può confermare che ciò corrisponde a “I partecipanti dovranno indicare nella propria offerta economica i costi relativi al rispetto delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro, anche con riguardo ai rischi da interferenze.” (Bando di gara, Art. 1.4 Importo base dell’offerta).

Confermiamo.

Come valuterete l’offerta?

Valuteremo l’importo globale (x € + y €) comprensivo dell’offerta economica (x €) e dei costi della sicurezza (y €). Il prezzo dei costi di sicurezza va indicato a parte per verificarne la congruità ma fa parte dell’offerta complessiva.

***

Modalità di presentazione delle offerte

Quali informazioni occorre indicare sulla busta contenente l’offerta?

Sulla busta contenente l’offerta è sufficiente indicare il nome dell’Operatore Economico, la sua sede legale e il suo indirizzo. Le altre informazioni saranno nella busta A.

È possibile completare l’offerta tecnica aggiungendo degli allegati?

È possibile aggiungere allegati all’offerta tecnica purché venga rispettato il numero massimo di pagine indicato nel bando.

***

Certificazioni

Potete chiarire se la candidatura di un fornitore di servizi con 10 anni di esperienza in questo tipo di progetti e numerose referenze prestigiose ma che non dispone delle certificazioni ISO 9001 e ISO 27001 verrà considerata ricevibile? L’ambasciata e i consolati dispongono di tali certificati?

Confermo che il fornitore del servizio deve essere in possesso della certificazione richiesta; anche i subappaltatori se destinati allo stesso lavoro devono essere in possesso di tali certificati ISO 9001 e ISO 27001. Né l’Ambasciata né i Consolati dispongono di tali certificati.

In merito alle certificazioni ISO9001 ed ISO27001 è possibile presentare una autodichiarazione del tipo “Certificazione in fase di acquisizione”?

Come previsto dal bando, i requisiti devono sussistere al momento della presentazione dell’offerta, pertanto non è consentita la autocertificazione proposta.

***

Garanzia della corretta esecuzione del contratto (Annesso 1, Art. 10)

Per poter predisporre al meglio questa fideiussione bancaria, potrebbe indicarci la data stimata dell’aggiudicazione dell’appalto?

Non possiamo indicare una data prevista per l’aggiudicazione. Si faccia riferimento alle scadenze indicate all’articolo 8 del bando di gara.

Dobbiamo seguire un modello specifico? Se sì, potete fornircelo in formato elettronico? In caso contrario, potete offrirci un’indicazione sul periodo di garanzia per ciascuno dei due lotti?

Non ci sono modelli particolari da seguire. L’importante è che la garanzia rispetti i requisiti stabiliti nel suddetto articolo 10, compresa la sua durata.

Questa garanzia bancaria copre l’importo IVA esclusa o l’importo IVA inclusa?

La garanzia da presentare è sull’importo tasse escluse.

Potete confermarci che la garanzia del 2% dura fino alla fine di giugno 2024?

Il citato articolo precisa che “La garanzia provvisoria deve avere efficacia per almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell’offerta e comportare l’impegno del garante a rinnovarne l’efficacia per un ulteriore periodo di 90 giorni qualora la validità dell’offerta presentata dall’Operatore Economico viene prorogato ai sensi del precedente punto g)”.

***

Visita degli archivi consolari (Annesso 1, Art.2)

Durante la visita agli archivi consolari, non si è ottenuta la stessa stima del volume totale dei fascicoli come quella indicata nel bando di gara. E’ possibile presentare un’offerta per un volume massimo di fascicoli?

Il numero di fascicoli riportato sul bando di gara è indicativo e l’operatore economico è tenuto a recarsi presso le sedi consolari prima di presentare la propria offerta (Art.2 del bando di gara). Il prezzo offerto per ciascun lotto dovrà essere globale e fisso e dovrà coprire la digitalizzazione di tutti i fascicoli. Non saranno accettate offerte per importi pari o superiori a quelli base del bando di gara.

 

 

Ultimo aggiornamento: 25/10/2023