Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

FESTA DELLA REPUBBLICA ITALIANA (2 GIUGNO 2022)

Data:

02/06/2022


FESTA DELLA REPUBBLICA ITALIANA (2 GIUGNO 2022)

Per celebrare i 76 anni della Repubblica Italiana, l’Ambasciata d’Italia a Parigi riapre le sue porte per celebrare, insieme alla Rappresentanza Permanente presso le Organizzazioni internazionali e il consolato generale d’Italia a Parigi, l’eccellenza italiana e la “passione” del nostro Paese per il progresso e la pace.

Nel suo discorso l’Ambasciatrice Castaldo ha ricordato come “la guerra in Ucraina ha obbligato a rimettere in discussione le nostre certezze e a rafforzare la nostra azione comune a livello europeo contro l’aggressione russa. Davanti allo scenario inquietante della guerra e delle sue drammatiche conseguenze, i valori della pace e della solidarietà posti a fondamento della nuova Italia voluta dalla Costituzione restano ancora oggi i capisaldi di un’incessante azione alla ricerca della stabilità e di soluzioni che possano condurre a una pace sostenibile e durevole”.

Nonostante le difficoltà del momento “dobbiamo però guardare con fiducia e speranza al nostro futuro” – ha proseguito l’Ambasciatrice – “consapevoli della resilienza, della forza e dell’unità della risposta europea di fronte a crisi totalmente inattese come la pandemia e oggi la guerra sul nostro continente”

La firma dello storico Trattato del Quirinale l’anno scorso, la fruttuosa collaborazione che Italia e Francia hanno portato avanti nel semestre di Presidenza francese dell’Unione europea, in continuità con la presidenza italiana del G20 sono i simboli delle potenzialità di un rapporto “fondato su una storia comune, un’amicizia profonda e una complementarietà strategica in tantissimi settori” e che può giocare un ruolo chiave nel rafforzamento del comune progetto europeo. “Fondamentali pilastri di questa relazione sono i tanti italiani che quotidianamente, insieme alle istituzioni del Sistema Paese nel territorio, contribuiscono a valorizzare e far crescere sempre più i rapporti bilaterali”

La festa di quest’anno è una vetrina dell’eccellenza italiana. Un articolato percorso espositivo presenterà storie e testimonianze dell’intraprendenza e della creatività con le quali le italiane e gli italiani sanno esprimersi ai massimi livelli nelle diverse discipline: dalle arti visive alla musica, dalla tecnologia al cinema, dall’industria alla moda. Come ricordato dall’Ambasciatrice Castaldo “tradizione e innovazione si uniscono a passione e ingegno per dare vita al Made in Italy, valorizzare uno straordinario patrimonio culturale e progredire nella ricerca scientifica, per costruire insieme un futuro di pace e benessere per tutti”.

L’Istituto Italiano di Tecnologie – IIT presenterà iCub3: il robot realizzato dalle ricercatrici e dai ricercatori del laboratorio Artificial and Mechanical Intelligence coordinato da Daniele Pucci per essere l’avatar fisico degli esseri umani. Il robot è in grado muoversi, manipolare oggetti, percepire stimoli e interagirà verbalmente e fisicamente con gli ospiti della serata, mostrando le potenzialità di un progetto volto a sviluppare in futuro robot umanoidi che possano essere guidati da remoto, in luoghi inaccessibili o potenzialmente pericolosi o possano offrire alle persone con disabilità nuove prospettive di presenza a distanza.

La creatività e l’intraprendenza sono il centro dell’omaggio che sarà reso a Nino Cerruti, creatore di moda e grande industriale da poco scomparso. Il percorso espositivo creato insieme alla casa di moda Cerruti 1881 e al Lanificio Cerruti proporrà un viaggio nella carriera di Nino Cerruti, presentando alcune sue creazioni iconiche e la storica attività industriale sulle sponde del fiume Cervo a Biella.

Per celebrare il centenario della nascita di Vittorio Gassman e di Ugo Tognazzi e in ricordo della recente scomparsa di Monica Vitti, un’esperienza immersiva tra foto e filmati d’epoca e locandine dei loro film maggiormente conosciuti – realizzata in collaborazione con Archivio Luce e Museo Nazionale del Cinema di Torino – renderà omaggio a tre figure centrali della storia del cinema italiano fortemente amate in territorio francese.

In occasione della grande retrospettiva dedicata al pittore ferrarese Giovanni Boldini dal Museo Petit Palais fino a luglio, riproduzioni delle opere di uno degli artisti più rappresentativi della Belle Époque decoreranno i saloni della Residenza invitando il pubblico a rivivere l’effervescenza della capitale francese all’avanguardia della modernità.

Quattro gallerie d’arte italiane a Parigi (Galerie G. Sarti, Tornabuoni Arte, Galerie Italienne e Galleria Continua) saranno presenti nel salone veneziano della Residenza per celebrare l’eccellenza dell’arte italiana nei secoli: da La Cleopatra di Artemisia Gentileschi al Concetto spaziale di Lucio Fontana, dalla Natura abhorret a vacuo di Pietro Ruffo alle opere di Michelangelo Pistoletto e Ornaghi e Prestinari. Presente inoltre anche un’esposizione delle sculture di Maurizio Toffoletti.

Ad accogliere gli ospiti nella corte d’onore un Tricolore formato da tre Alfa Romeo Tonale, il nuovo SUV della casa del Biscione, oggi parte del gruppo automobilistico italo-francese Stellantis, che racchiude sportività, creatività, design e sostenibilità ambientale, grazie all'innovativa tecnologia ibrida. Lungo il percorso troveranno spazio altri esempi della creatività e dell’ingegno italiano, dai macchinari di Tecnhnogym, ai pneumatici di Pirelli, alla pasta trafilata al bronzo di Barilla o ancora a un’installazione creata con i cavi di Prysmian Group. Eataly offrirà un percorso nelle tradizioni enogastronomiche italiane e i tanti partner dell’iniziativa la accompagneranno per soddisfare l’interesse che i francesi non fanno mai mancare per il nostro Paese.

L’esecuzione degli inni nazionali sarà affidata alla cantante Cristina Marocco e al chitarrista Gabriele Natilla. Ad accompagnare la serata saranno il pianista Giovanni Ceccarelli e il Dj Rosario Ligammari.


633